Fano, evacuati 23000 residenti per un ordigno bellico

ACQUISTI

Durante dei lavori ordinari è stato azionato per errore un ordigno bellico risalente alla seconda guerra mondiale, al momento sono 23mila le persone evacuate per permettere ai militari di bonificare la zona.

Una serata che molte persone a Fano, nelle Marche, non si aspettavano, evacuati a causa di un ordigno bellico attivato da dei lavori in un cantiere sul lungomare Sassonia. Sono subito intervenuti i militari, sono stati interrotti anche i treni in arrivo alla stazione del paese. La bomba era di produzione inglese, è stata presa in consegna dagli artificieri dell’esercito, che la faranno “brillare”, termine tecnico che indica l’esplosione controllata, in mare. Secondo l’esercito l’ordigno aveva un timer circa di 140 ore, dunque per questo si è deciso di evacuare la zona, anche se il pericolo non era incombente. Sono circa mille i militari impegnati nell’operazione, i residenti sono stati portati con bus nel punto di ritrovo della protezione civile.

SEZIONI

Ultime notizie

Coronavirus, Boris Johnson: “Variante inglese più mortale”

Il premier britannico Boris Johnson ha comunicato gli ultimi esami sulla variante inglese, durante il suo aggiornamento giornaliero sul...