La risposta di Mosca a Theresa May: espelleremo i diplomatici inglesi

ACQUISTI

Non sembra finire lo scontro diplomatico tra Russia e Gran Bretagna per l’avvelenamento dell’ex spia russa Serghei Lavrov. 

Ieri la premier britannica Theresa May era passata all’attacco, dando mandato di espulsione a 23 diplomatici russi. Ci si attendeva la risposta di Mosca, che è arrivata oggi: “Accuse folli” così hanno commentato le dichiarazioni della May dal ministero degli esteri, ed hanno disposto l’espulsione per tutti i diplomatici britannici dal suolo russo. Secondo il ministro degli esteri Maria Zakharova, la Gran Bretagna avrebbe motivi politici e vorrebbe mostrarsi come leader forte sfruttando la questione. Sicuramente è vero che stando ai sondaggi il partito conservatore stava perdendo consensi a favore dei laburisti, ma è anche vero che Mosca non ha chiarito la sua posizione riguardo l’omicidio dell’ex spia russa. Gli Stati Uniti si sono schierati con la Gran Bretagna, come ha fatto anche l’Australia. Macron ha sottolineato come la Russia non abbia fornito adeguate spiegazioni.

SEZIONI

Ultime notizie

Coronavirus, Boris Johnson: “Variante inglese più mortale”

Il premier britannico Boris Johnson ha comunicato gli ultimi esami sulla variante inglese, durante il suo aggiornamento giornaliero sul...