Di Maio: “Serve ancora qualche giorno, non faremo il nome del premier pubblicamente”

ACQUISTI

Alla fine dell’incontro con Mattarella, dopo la convocazione per le consultazioni, Luigi Di Maio ha affermato che alle due forze politiche serviranno ancora alcuni giorni per finire la stesura del contratto del governo.

Luigi Di Maio ha elencato i temi del contratto di governo, tra cui c’è il reddito di cittadinanza, carcere per chi evade, superamento della legge Fornero e legge contro la corruzione. Sul nome del premier ha detto chiaramente che né lui, né Matteo Salvini faranno il nome pubblicamente, ma sarà deciso e comunicato a Mattarella.

Ora si attendono le consultazioni della Lega, attese per le 18, con Salvini che potrebbe rilasciare ulteriori dichiarazioni sul tema del premier e della sua scelta. In questi giorni continueranno a lavorare sul contratto di governo, il quale sarà sottoposto ad una votazione, confermata da Di Maio, su Rousseau, la piattaforma online del Movimento 5 Stelle.

SEZIONI

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 1 marzo: altri 13 mila casi. Netto aumento terapie intensive

I dati di oggi 1 marzo sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...