Muore operaio dell’Ilva, travolto da fune

ACQUISTI

Ancora morti sul lavoro, nella mattina di oggi, questa volta in una ditta in appalto dell’Ilva, l’operaio è stato travolto da un cavo che si sarebbe sganciato in fase di ancoraggio.

Angelo Fuggiano, operai di 28 anni, lavorava per la ditta in appalto dell’Ilva Ferplast, che si occupa di carpenterie metalliche ed è morto nel reparto Ima, nei pressi del porto di Taranto, dove si trova l’azienda siderurgica.

I soccorsi sono subito arrivati sul luogo dell’incidente, ma non c’è stato niente da fare. Ora gli ispettori e la Guardia di Finanza sono al lavoro per verificare l’accaduto. L’azienda ha rilasciato una nota, in cui si dice che la gru dove è accaduto l’incidente era ferma da due giorni per manutenzione. Quindi probabilmente l’operaio non doveva cercare di utilizzarla perché ci potevano essere pericoli nascosti.

SEZIONI

Ultime notizie

Coronavirus, Boris Johnson: “Variante inglese più mortale”

Il premier britannico Boris Johnson ha comunicato gli ultimi esami sulla variante inglese, durante il suo aggiornamento giornaliero sul...