Morto Philip Roth la voce degli ebrei d’America

ACQUISTI

Nella notte è morto lo scrittore Philip Roth, vincitore del premio Pulitzer con il suo libro ‘Pastorale Americana’. A riferirlo il New York Times, dopo che la morte era stata confermata da Judith Thurman, lo scrittore aveva 85 anni.

I suoi scritti sono considerati da molti una profonda critica all’identità americana, con temi principali come sesso, morale e religione. Era nato in New Jersey nel 1933, da una famiglia ebrea, Philip Roth ha esplorato la questione ebraica in America.

Il suo primo scritto è stato ‘Addio Columbus’ nel 1959, poi dopo dieci anni scrisse il libro di successo ‘Il lamento di Portnoy’, che gli costò l’etichetta di scrittore ‘scandaloso’ che sfidò il pudore. Mentre con ‘Pastorale Americana’ nel 1997 vinse il Pulitzer. In tutto Philip Roth ha scritto più di 30 romanzi, dalle tematiche più varie.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 11 maggio: quasi 7 mila casi. Aumentano i tamponi

I dati di oggi 11 maggio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img