Tria si oppone allo sgombero di Casapound chiesto dalla Raggi

ACQUISTI

Nei giorni scorsi il sindaco di Roma, Virginia Raggi, aveva emesso un’ordinanza di sgombero nella sede di Casapound, mentre oggi è intervenuto sulla questione il Mef, guidato dal ministro dell’Economia, Giovanni Tria, il quale si è opposto allo sgombero, in quanto l’edificio è “stabile e pulito”.

Con una nota il Mef fa sapere che la sede di Casapound, in via Napoleone III, non verrà sgomberata, creando un problema nella giunta capitolina, che aveva raggiunto un accordo tra M5S e PD per approvare l’ordinanza di sgombero.

Casapound è nella sede di via Napoleone III dal 2003, da quel momento il palazzo non è mai stato liberato. Lo sgombero di Casapound non è una priorità del demanio, secondo il ministro Tria, ci sarebbero 22 altri locali da sgomberare che sono in lista da molto tempo e che hanno priorità rispetto alla sede del partito di estrema destra.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img