Omicidio Rozzano, ha confessato il killer: “Abusi su una bambina”

ACQUISTI

Sembra chiudersi l’indagine sull’omicidio avvenuto a Rozzano, dove è stato colpito Antonio Crisanti, uomo di 63 anni, con due persone che si sono costituite ai carabinieri attribuendosi il fatto.

I due uomini che si sono costituiti sono Emanuele Spavone, 35 anni, ed Achille Mauriello, 27 anni, i quali hanno spiegato anche il movente che li ha spinti ad uccidere Antonio Crisanti con cinque colpi di pistola, una vera e propria esecuzione. A compiere l’omicidio sarebbe stato il genero della vittima, Emanuele Spavone, secondo le ricostruzioni, per dinamiche familiari.

All’origine dell’esecuzione ci sarebbero abusi su una bambina da parte della vittima, con il 63enne che era indagato dalla procura di Milano per abusi sessuali ed evidentemente qualche notizia deve essere arrivata al genero. Gli investigatori stanno cercando di fare ulteriore chiarezza, ma la dinamica dell’accaduto ora sembra essere più chiara.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Black Friday, super sconto per abbonamento 12 mesi del PlayStation Plus

In super sconto l'abbonamento del PlayStation Plus per la settimana del Black Friday, con un prezzo fissato a 39,99...
spot_img