Abusi su minori, il cardinale George Pell in carcere: revocata la libertà su cauzione

ACQUISTI

Continua lo scandalo riguardante il cardinale George Pell, accusato di pedofilia in Australia e condannato a 50 anni di carcere.

E’ stata revocata la libertà su cauzione per il cardinale, in attesa della sentenza prevista per il 13 marzo, che riguarda l’accusa di abusi sessuali su bambini di 13 anni verso la fine degli anni ’90. Da questa notte è in carcere nella Assessment Prison di Melbourne.

Il rischio di 50 anni di carcere spaventa la Chiesa, a causa dei cinque reati che hanno una pena massima di 10 anni ciascuno. Al cardinale Pell era stata concessa la libertà su cauzione, per un intervento al ginocchio a cui doveva sottoporsi. La condanna era stata emessa lo scorso 11 dicembre, ma è stata resa nota solo ieri a causa di un accordo di riservatezza che ne impediva la pubblicazione. George Pell era vescovo di Melbourne all’epoca dei fatti.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 17 maggio: 3 mila casi positivi. Calo dei tamponi

I dati di oggi 17 maggio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img