Di Maio: “Le infrastrutture vanno fatte, sia piccole che grandi”

ACQUISTI

Dopo la presa di posizione del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che ha ufficializzato il “rinvio” della Tav sfruttando la clausola di dissolvenza, oggi Luigi Di Maio torna a parlare di grandi opere, sostenendo che non se ne può fare a meno in Italia.

“Le grandi opere in Italia si devono fare, sia grande che piccole, sia digitali che fisiche”, queste le parole di Di Maio a margine dell’evento del M5S nel “Villaggio Rousseau” a Milano. Non ha pronunciato il termine “Tav”, ma il riferimento alle grandi infrastrutture rimane, per rimarcare come il Movimento 5 Stelle non sia contrario a priore sulle grandi opere.

Il vice-premier ha poi commentato la passata crisi di governo con la Lega: “Questo governo durerà altri quattro anni, dobbiamo ragionare da qui a trent’anni”, così Di Maio ha chiuso le polemiche. Non è esclusa una risposta del governo francese e dell’Unione Europea la prossima settimana sul tema Tav e sui bandi Telt.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus Lombardia, tutti i dati di oggi 24 giugno

I dati di oggi 24 giugno sul coronavirus in Lombardia sono stati forniti dalla Regione. Nei giorni scorsi c'è...
spot_img