“Sembra un maschio, non è uno stupro”, annullata una sentenza dei giudici

ACQUISTI

Una sentenza di appello shock, quella che ha visto la negazione di uno stupro basandosi sui tratti somatici della ragazza, la Cassazione ha annullato la sentenza.

“Non ha un aspetto fisico desiderabile e dunque non è uno stupro”, queste le parole dei giudici di appello, con il quale il ragazzo era stato assolto; ora si dovrà procedere con il rifacimento del processo, che potrebbe dare risultati diversi.

I reati contestati sarebbero accaduti nel 2015 ad Ancona, la ragazza, di origini peruviane, era uscita con amici per una birra, quando finisce per avere un rapporto sessuale con uno dei due ragazzi con cui era uscita. La ragazza nega di aver dato il suo consenso ed il ragazzo era probabilmente ubriaco, da li parte la denuncia ed il processo. Gli imputati vanno in appello a fine 2017, sentenza che gli da ragione e li assolve dall’accusa di stupro. Il verdetto è stato ora cancellato dalla Cassazione per incongruenze e vizi di forma.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Spread Btp-Bund oggi 27 settembre, apertura a 100 punti base

Lo spread di oggi 27 settembre ha aperto intorno i 100 punti base, con il rendimento dei titoli di...
spot_img