Australia, il cardinale George Pell condannato a 6 anni per abusi su minori

ACQUISTI

Il cardinale George Pell è stato condannato a 6 anni dal giudice Peter Kidd della Country Court di Victoria, per gli abusi sui coristi negli anni ’90. Il cardinale potrà chiedere la libertà su cauzione dopo 3 anni ed 8 mesi di reclusione.

La notizia è stata accolta con delusione dai legali di Pell, il quale ha sembra manifestato la sua innocenza, gli stessi hanno presentato ricorso in appello, il quale si terrà il 5 o 6 giugno. La sentenza rimane più leggera dell’accusa, che chiedeva 50 anni di carcere per il cardinale.

L’accusa è di abuso su due coristi di 13 anni, dopo la messa nella cattedrale ed ulteriori abusi su uno di loro due dopo un paio di mesi. Il giudice ha descritto gli abusi come “sfrontati e forzati”, aggiungendo che le vittime hanno mostrato segni di umiliazione ed erano visibilmente angosciati ai tempi degli abusi. Per ora non ci sono comunicazione in merito dall’Ufficio stampa del Vaticano. Nei giorni scorsi il vescovo di Lione era stato condannato a sei mesi per aver coperto abusi.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 19 ottobre: oltre 2 mila casi positivi. Altri 70 morti

I dati di oggi 19 ottobre sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img