Cesare Battisti, i legali pronti a presentare istanza contro l’ergastolo

cesare battisti avvocati ergastolo

Il terrorista Cesare Battisti, arrestato poche settimane fa dopo un lungo periodo di latitanza in Brasile, ha sostenuto degli interrogatori nel carcere dove risiede, ad Oristano, per far procedere l’indagine nei suoi confronti.

Secondo i legali di Battisti c’è stato un problema legato all’accordo che c’era col Brasile per l’estradizione, in quel caso non sarebbe stato ergastolo in quanto nel paese sudamericano non è previsto e l’accordo parlava di 30 anni di carcere.

Gli avvocati stanno lavorando per far rispettare quell’accordo, secondo leggi brasiliane non sarebbe potuto essere condannato all’ergastolo e lunedì ci sarà la sentenza alla Corte d’Assise d’appello di Milano. L’accusa sostiene che essendo stato rportato in Italia dalla Bolivia, questo accordo non ha più valore giuridico e dunque dovrà essere confermato l’ergastolo. In Italia si è molto discusso sulle modalità con le quali le forze di governo hanno gestito il suo ritorno in patria.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here