Omicidio Scopelliti, indagato anche Matteo Messina Denaro

ACQUISTI

Nuove prove ed indagini sul caso legato all’omicidio Scopelliti, il sostituto procuratore generale della Corte di Cassazione, assassinato il 9 agosto del 1991. Un omicidio rimasto irrisolto, ma la Procura distrettuale di Reggio Calabria ha indagato 17 nuove persone, tra le quali ci sarebbe anche il noto boss mafioso Matteo Messina Denaro.

Sono passati quasi 30 anni da quell’omicidio, avvenuto a Villa San Giovanni, dove si trovava Antonio Scopelliti, in ritorno da Campo Calabro. Erano anni difficili, con molti omicidi di uomini dello Stato di stampo mafioso.

Le indagini non sono mai state interrotte, ma non si è riusciti a trovare né chi ha effettuato l’omicidio, né i mandanti. Secondo le ultime prove, ci sarebbe la mano di Matteo Messina Denaro, coinvolto in molti altri omicidi e considerata una delle figure chiave della mafia.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 17 maggio: 3 mila casi positivi. Calo dei tamponi

I dati di oggi 17 maggio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img