Cesare Battisti confessa i 4 omicidi: “Per me era una guerra giusta, chiedo scusa”

ACQUISTI

Cesare Battisti ammette i 4 omicidi per cui fu condannato e chiede scusa, spiegando che per lui era una “guerra giusta”. Il terrorista degli anni di piombo ammette anche altri atti criminali e gambizzazioni.

L’interrogatorio è stato portato avanti dal Pm per l’antiterrorismo, Alberto Nobili, della Procura di Milano, al quale Cesare Battisti confessa gli omicidi, oltre al ferimento di tre persone alle gambe e più di 70 rapine.

L’annuncio è stato dato dal procuratore di Milano, Francesco Greco, il quale ha anche aggiunto dettagli sulla confessione di Cesare Battisti. “Si è scusato con le famiglie delle vittime, ha riconosciuto di appartenere al gruppo dei Pac e di aver agito negli anni ’70 in maniera violenta”, queste le parole del Pm Alberto Nobili.

“Ritenevo quella che stavo facendo una guerra giusta”, avrebbe detto ai pm Cesare Battisti, secondo i quali l’interrogatorio è stato un “rito liberatorio” per il terrorista dei Pac.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus Lombardia, tutti i dati di oggi 18 ottobre

I dati di oggi 18 ottobre sul coronavirus in Lombardia sono stati forniti dalla Regione. Nei giorni scorsi c'è...
spot_img