Legge ‘Codice rosso’, respinta dalla Camera: caos delle opposizioni e delle donne

ACQUISTI

Il provvedimento di legge sul revenge porn, denominato ‘Codice Rosso’ contro la violenza di genere, non è passato alla Camera, generando una bagarre in Aula, con alcune donne dell’opposizione che hanno manifestato la loro contrarietà al respingimento.

I voti contrari sono stati 232, mentre i voti favorevoli 219, la votazione è stata effettuata con il ‘voto segreto’. La protesta è iniziata dopo un emendamento di Forza Italia, che voleva introdurre il reato nel testo, ma da lì è iniziata la bagarre, con il M5S che ha annunciato voto contrario.

Come ha comunicato il M5S, l’idea è quella di fare un decreto ad hoc per il revenge porn e non inserirlo con un emendamento nel testo del ddl ‘Codice Rosso’. La deputata Prestigiacomo, di Forza Italia, ha dato il via ad una protesta nei banchi di governo, con alcune donne dell’opposizione che hanno interrotto la seduta per manifestare la loro contrarietà alla scelta del governo ed in particolare del M5S, accusati di volersi intestare la norma.

 

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Black Friday, super sconto per abbonamento 12 mesi del PlayStation Plus

In super sconto l'abbonamento del PlayStation Plus per la settimana del Black Friday, con un prezzo fissato a 39,99...
spot_img