Napoli, non fu stupro alla Circumvesuviana. I giudici liberano anche il terzo ragazzo

ACQUISTI

Una svolta nel caso dello stupro della Circumvesuviana, dove una ragazza ha accusato tre suoi conoscenti di violenza sessuale, all’interno di un ascensore nella stazione, e che oggi vede i giudici liberare anche il terzo ragazzo.

Secondo quanto stabilito dal Riesame, la ragazza avrebbe mentito e non ci sarebbe stata violenza sessuale da parte dei ragazzi. Il Tribunale ha rilasciato Raffaele Borrelli, il terzo ragazzo del gruppo che era stato indagato per stupro. Nei giorni scorsi anche gli altri due ragazzi erano stati fatti uscire dal carcere.

Secondo le motivazioni depositate dai giudici, la ragazza avrebbe mentito, anche a causa della patologia di cui soffre. Da queste considerazioni i giudici hanno ritenuto di liberare tutti i ragazzi, ora verranno fatti ulteriori accertamenti per capire come sono andati i fatti, considerando che la ragazza era stata visitata dai medici che avevano confermato la violenza.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 17 maggio: 3 mila casi positivi. Calo dei tamponi

I dati di oggi 17 maggio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img