Caso Cucchi, chiesto il processo per otto carabinieri

cucchi processo carabinieri

Dopo le rivelazioni del superteste Francesco Tedesco, che ha spiegato come Stefano Cucchi fu picchiato e malmenato da due carabinieri, la Procura di Roma chiede il processo per otto militari dell’Arma, tra cui ci sarebbero anche generali.

Sono passati nove anni dal 15 ottobre 2009, quando Stefano Cucchi fu portato in caserma per possesso di droga, dove fu poi pestato, con danni che ne hanno causato la morte il 22 ottobre 2009.

Le accuse della procura fanno riferimento soprattutto al caso che portò alla modifica le due note di servizio, dove iniziò l’oscuramento della vicenda da parte di alcuni carabinieri. Per quei documenti, che nel 2015 non furono consegnati in originale alla magistratura, i carabinieri furono assolti in Cassazione.

Ora rischiano il processo il comandante del gruppo Roma, Casarsa, oltre al colonnello Francesco Cavallo, ai tempi dei fatti ufficiale addetto al comando, il colonnello Luciano Soligo, comandante della Compagnia di Montesacro; tra i carabinieri a processo anche Labriola, Di Sano, il colonnello Sabatino, responsabile del nucleo operativo ed il capitano Testarmata. Ultimo tra gli indagati anche Luca De Cianni, accusato di calunnia in una nota fatta verso un altro militare.