Scandalo Umbria, si dimette la governatrice Catiuscia Marini. Zingaretti la ringrazia

umbria catiuscia marini dimessioni

Si è dimessa la governatrice della Regione Umbria, Catiuscia Marini, indagata dalla Procura di Perugia nell’inchiesta legata ai concorsi pubblici nella sanità, con alcuni pilotamenti per le assunzioni.

Ora la Regione andrà alle urne, ancora non è stata definita la data delle elezioni, ma una delle regioni da sempre in mano al centrosinistra, ora rischia di cambiare, con il centrodestra favorito, a traino leghista.

Il segretario del PD, Nicola Zingaretti, ha ringraziato in serata Catiuscia Marini, per il passo indietro che era stato richiesto, dopo che erano uscite alcune intercettazioni che la riguardavano, in merito all’inchiesta sui concorsi pubblici. Per Zingaretti la Marini resta innocente fino a prova contraria, ma si è preferito fare una scelta politica, per evitare di venire attaccati dalle altre forze politiche.

“Ne uscirò a testa alta, ho sempre cercato di fare l’interesse generale in Regione”, queste le dichiarazioni di Catiuscia Marini, in merito alle sue dimissioni.