Affluenza record in Spagna, alle 14 aveva votato oltre il 40%. Rischio boom di Vox

ACQUISTI

Una delle affluenze più alte nella storia della Spagna, con il 41,48% degli aventi diritto che aveva votato alle 14, il secondo più rilevante nella storia spagnola. Il partito socialista di Sanchez aveva chiesto una grande partecipazione, facendoci anche campagna elettorale, ma c’è il rischio di boom per il nuovo partito dell’estrema destra Vox.

I seggi sono stati aperti alle 9 della mattiina, chiuderanno alle 20, quando si potranno avere i primi dati degli exit poll. Il premier Sanchez è stato uno dei primi leader a votare, alle 9:30, per cercare di fare da traino verso gli elettori indecisi, che secondo i sondaggi, erano circa il 15% degli aventi diritto.

Il leader di Podemos, Pablo Iglesias, punta a mantenere il suo 15% e tentare di fare il governo con il partito socialista di Pedro Sanchez dopo le elezioni, come è stato nell’attuale esecutivo. Alle 14 l’affluenza nelle ultime elezioni di tre anni fa era stato di quattro punti e mezzo inferiore a quella di oggi.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 5 maggio: oltre 10 mila casi positivi. Salgono i tamponi

I dati di oggi 5 maggio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img