Salone del Libro, la casa editrice Altaforte: “L’antifascismo è il vero male del paese”

Da leggere

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 20 settembre: altri 1.587 casi, calano i tamponi

I dati di oggi 20 settembre sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via...

Pompeo sfida il Vaticano: ritiri gli accordi con Pechino o perderà autorità morale

Il segretario di Stato americano, Mike Pompeo, si è scagliato contro il Vaticano, per via degli accordi...

Sea Watch 4, ispezione e fermo della nave

La nave Sea Watch 4 è stata fermata nella zona di Palermo, dopo 11 ore di ispezione...

Acquisti

I migliori zaini da montagna 2020: recensioni e prezzi su Amazon

In questo periodo molte persone sfruttano la stagione per effettuare delle escursioni in montagna, ma spesso quello...

Migliori smartwatch 2020: opinioni e guida all’acquisto

Negli ultimi anni la vendita di smartwatch è aumentata in maniera esponenziale, con diversi dispositivi a seconda...

Migliore lavasciuga 2020: opinioni e guida all’acquisto

Con l'avvento delle asciugatrici casalinghe qualche anno fa, il mercato è diventato denso di offerte di nuovi...

Continua il dibattito politico sulla presenza della casa editrice di estrema destra, Altaforte, al Salone del Libro, con molti autori illustri che hanno annullato la loro presenza, in segno di disaccordo con gli amministratori per la presenza di editori “politicizzati” e della casa editrice vicina al partito neofascista Casapound.

“Io sono fascista. L’antifascismo è il vero male del paese”, queste le parole di Francesco Polacchi, responsabile di Altaforte, che rischiano di accendere il fuoco sul dibattito legato al Salone del Libro. La casa editrice Altaforte che dovrebbe presentare il nuovo libro di Salvini. Dure parole anche di Polacchi, che denuncia pubblicamente di aver ricevuto minacce sui social: “C’è chi ha scritto che verrà a tirarci le molotov”.

Nella giornata di oggi erano intervenuti sulla vicenda alcuni autori, come Zerocalcare, che ha annullato la sua presenza generando molte polemiche. La sindaca Appendino annuncia la presenza del Comune: “La cultura sia argine ad ogni degenerazione”, ha dichiarato alla stampa. Sicuramente la casa editrice Altaforte, fino a ieri molto poco conosciuta, ha in un certo qual modo beneficiato del dibattito mediatico, confermando la sua presenza, come aveva detto l’organizzatore del Salone del Libro.

SEGUICI SUI SOCIAL

4,584FansLike
2,360FollowersFollow
390FollowersFollow

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 20 settembre: altri 1.587 casi, calano i tamponi

I dati di oggi 20 settembre sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via...

Pompeo sfida il Vaticano: ritiri gli accordi con Pechino o perderà autorità morale

Il segretario di Stato americano, Mike Pompeo, si è scagliato contro il Vaticano, per via degli accordi con la Cina sulla nomina...

Sea Watch 4, ispezione e fermo della nave

La nave Sea Watch 4 è stata fermata nella zona di Palermo, dopo 11 ore di ispezione da parte degli ispettori. Polemica...

Elezioni, affluenza alle 12: 12,34%. Alta per le regionali

L'affluenza alle ore 12 per quanto riguarda il referendum è al 12,34%, un valore abbastanza alto, trainato dalle regioni dove di vota,...

Altri articoli