La Mare Jonio soccorre 30 migranti ed è ora in acque italiane: “Chiediamo un porto sicuro”

ACQUISTI

La nave Mare Jonio, dell’Ong italiana Mediterranea, è entrata in acque italiane, a 12 miglia da Lampedusa, dopo aver soccorso 30 migranti al largo della Libia.

Due motovedette della Guardia di Finanza hanno avvicinato la nave Mare Jonio a poche miglia dalla costa di Lampedusa, che ora resta ferma al largo, in attesa di indicazioni. Su Twitter l’Ong ha dichiarato: “Chiediamo un porto sicuro, per sbarcare uomini e bambini”.

Già nella notte aveva cercato di contattare il Centro di coordinamento soccorsi italiano, per chiedere un porto sicuro. Dal Viminale è stata inviata una mail nella quale si fa riferimento alle “Autorità libiche” per lo sbarco dei migranti, come ha postato l’Ong su Twitter. Ora si attende un commento del Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che già nei giorni scorsi aveva risposto alla Marina Militare, che aveva soccorso altri migranti.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 5 maggio: oltre 10 mila casi positivi. Salgono i tamponi

I dati di oggi 5 maggio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img