Conflitto di interessi, la mossa del M5S: “Niente incarichi a chi ha più di 10 milioni di euro”

Da leggere

Napoli, chiusa “la Sonrisa”. Positivo un dipendente del Castello dopo il test

La nota struttura "La Sonrisa", il Castello per le cerimonie di Sant'Antonio Abate, è stata chiusa in...

Bonus 600 euro, Diego Sarno (PD): “Non pensavo fosse arrivato il bonus, devoluto in beneficienza”

Spunta anche un nome di un consigliere regionale del Piemonte, Diego Sarno, quota PD, che avrebbe ricevuto...

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 11 agosto: altri 412 casi positivi, aumento delle terapie intensive

I dati di oggi 11 agosto sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via...

Acquisti

Le migliori Cuffie In-Ear con Cavo del 2020, guida all’acquisto

Uno dei segmenti di cuffie più ambiti e ricercati è quello "in-ear", che al suo interno ha...

Samsung Galaxy S20 e Note 20 Ultra 5G, smartphone top di gamma con fotocamera da 108MP

Oggi è stato ufficializzato il nuovo Samsung Galaxy S20 Ultra, che aggiunge nuove funzionalità al già presente...

Miglior climatizzatore senza unità esterna 2020, prezzi e confronto dei modelli

Con l'arrivo dell'estate sono iniziati gli acquisti dei climatizzatori, con un boom delle vendite per quelli senza...

Dopo la presentazione del decreto Sicurezza-bis da parte di Matteo Salvini, il M5S annuncia la sua mossa a pochi giorni dalle elezioni europee, con tre decreti sul conflitto di interessi, storica battaglia del Movimento dai tempi del bunga bunga.

I tre decreti vanno a coprire diverse aree: il primo riguarda il patrimonio immobiliare e mobiliare, che non dovrà superare i dieci milioni di euro per chi volesse ricoprire ruoli istituzionali o di Authority. Il testo porta la firma della deputata Anna Macina, che prevede delle regole di incompatibilità, anche per persone terze ed in maniera indiretta. Inoltre non si deve avere una partecipazione di oltre il 2% in radio, televisioni od editoria.

Incompatibilità e lobbing

Negli altri due decreti si parla di incompatibilità durante il processo di verifica dei titoli di ammissione all’ufficio parlamentare. La norma è a firma della deputata Fabiana Dadone. Sulle attività di lobbing, invece, riguarderà tutti i dirigenti pubblici e non solo chi svolge attività politica, infatti gli ex politici dovranno aspettare un tot di tempo prima di poter ricoprire altri ruoli manageriali nel pubblico.

 

 

 

SEGUICI SUI SOCIAL

4,556FansLike
2,360FollowersFollow
394FollowersFollow

Ultime notizie

Napoli, chiusa “la Sonrisa”. Positivo un dipendente del Castello dopo il test

La nota struttura "La Sonrisa", il Castello per le cerimonie di Sant'Antonio Abate, è stata chiusa in...

Bonus 600 euro, Diego Sarno (PD): “Non pensavo fosse arrivato il bonus, devoluto in beneficienza”

Spunta anche un nome di un consigliere regionale del Piemonte, Diego Sarno, quota PD, che avrebbe ricevuto il bonus da 600 euro,...

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 11 agosto: altri 412 casi positivi, aumento delle terapie intensive

I dati di oggi 11 agosto sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei giorni scorsi c'è...

Bonus 600 euro, Garante: “Inps fornisca i nomi, privacy dei politici più debole”

Il Garante della Privacy si è espresso in merito alla pubblicazione dei dati dei parlamentari che avrebbero ottenuto il bonus da 600...

Altri articoli