Migranti, la Sea Watch si dirige verso acque libiche. Salvini: “Sarà fermata”

ACQUISTI

Un nuovo caso legato ai migranti ed alle Ong sembra stia per iniziare, dopo lo sbarco a Lampedusa della nave Mare Jonio, sequestrata dalla Guardia di Finanza dopo aver soccorso alcuni migranti in zona Sar libica, con l’avvio della nave Sea Watch verso la Libia.

Salvini è stato avvertito dell’operazione della Sea Watch ed ha commentato in Parlamento la situzione: “L’avviso è rivolto anche ai nostalgici dei porti aperti. La Sea Watch sarà fermata con ogni mezzo, è diffidata ad imbarcare persone”, queste le parole del Ministro dell’Interno in Aula.

Si riaccende lo scontro sull’immigrazione, con la presentazione del decreto Sicurezza-bis, che dovrebbe andare a sanzionare le Ong che vanno a recuperare migranti nella zona libica, come proposto nei giorni scorsi da Salvini. L’alleato di governo, il M5S, per ora parla di propaganda e campagna elettorale per coprire il caso Siri, che ha colpito la Lega, portando dei consensi al Movimento guidato da Luigi Di Maio.

Oggi è atteso anche il pronunciamento della Procura di Agrigento sul sequestro della nave Mare Jonio, fermata nei giorni scorsi a Lampedusa dopo uno sbarco di migranti con l’accusa di favoreggiamento all’immigrazione clandestina.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 15 giugno: oltre mille casi. Aumentano i morti

I dati di oggi 15 giugno sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img