Rimosso striscione anti-Salvini a Bergamo, il sindaco Gori: “Chi ha dato l’ordine?”

ACQUISTI

Un nuovo caso legato agli striscioni di contestazione al Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, dopo la rimozione di uno stendardo da parte dei Vigili del Fuoco a Brembate, in provincia di Bergamo.

Sulla polemica è intervento anche il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, che ha chiesto di chi fosse l’ordine di rimuovere lo striscione, mentre Salvini ha risposto di non aver dato lui l’ordine. Questa mattina una squadra dei Vigili del Fuoco ha rimosso lo striscione: “Non è il benvenuto a Brembate”, che ha fatto partire le polemiche social.

Salvini questa mattina alle 9 era ad un comizio della Lega a Brembate, non in piazza, ma lo striscione è stato rimosso ugualmente. Dai Vigili del Fuoco fanno sapere che l’ordine è arrivato dalla Questura, come ha riferito il comandante dei Vigili del Fuoco di Bergamo, Calogero Turturici, in risposta alle domande dei cronisti. Dalle opposizioni Maurizio Martina, ex segretario del PD, ha ribadito la “libertà di opinione” su Twitter.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img