Lo spread Btp è in crescita da ieri a quota 284

spread aumento di maio

Lo spread è in crescita dalla giornata di ieri, quando Salvini ha parlato della manovra di bilancio del 2020, sostenendo che sarà possibile avere un deficit oltre il 3%, dichiarazione che ha agitato i mercati, facendo avvicinare a quota 300 lo spread.

Resta alta la tensione sul debito italiano, con il differenziale tra il rendimento dei titoli di stato tedeschi e quelli italiani che è in aumento, con apertura a 284, il massimo degli ultimi mesi, quando lo spread si era abbassato anche a quota 240.

Non solo le dichiarazioni di Matteo Salvini, ma anche la questione tra Usa e Cina sui dazi ha contribuito a far innalzare lo spread, una combinazione di fattori destabilizzanti che ha creato l’aumento del rendimento dei Btp italiani a 10 anni.

Su questo è intervenuto Luigi Di Maio, dando la colpa a Salvini per l’aumento dello spread, chiedendo di evitare “sparate” e di concentrarsi sui tagli agli sprechi. A destare preoccupazione è anche il differenziale con i Btp spagnoli, che negli anni scorsi aveva uno spread simile al nostro, mentre ora lo spread riferito alla Spagna tocca i 180, visto che i loro rendimenti sono all’1%, mentre quelli italiani al 2,76%, e quindi costano di più allo Stato.