Tensioni nel governo, lo spread raggiunge quota 290

spread quota 290

Con le dichiarazione degli esponenti del governo, specialmente quelle di Salvini delle ultime ore, nelle quali ipotizzava di sforare il deficit nel 2020, lo spread ha ripreso a salire, già da ieri era oltre i 280 punti.

Lo spread tra i Btp Italia ed i Bund tedeschi ha raggiunto la soglia di 290 punti base, dopo mesi in cui era stabilmente sotto quota 250 punti. Lo stesso Di Maio era intervenuto nella giornata di ieri, dando la colpa a Salvini per le sue dichiarazioni irresponsabili che portavano alla salita dello spread.

L’aumento dello spread è un segnale che gli investitori hanno percepito incertezza nel nostro paese, con una linea non chiara per il futuro, soprattutto con l’avvicinarsi della manovra di bilancio del prossimo autunno, che si preannuncia “dolorosa”, per i miliardi da trovare per scongiurare l’aumento IVA.