Austria, il vicecancelliere Strache si è dimesso

ACQUISTI

Dopo il video che si è diffuso in giornata, che vedeva il leader del partito dell’estrema destra austriaca Fpoe in contatto con esponenti russi per dei fondi in cambio di contratti pubblici, all’ora di pranzo il vicecancelliere si è dimesso.

C’è stato un incontro tra il cancelliere Kurz, a capo della coalizione di centrodestra, e Strache in mattinata, subito dopo la diffusione del video, per stabilire una linea di governo, che evidentemente non è stata trovata. Kurz ha rotto l’alleanza che gli permetteva di avere la maggioranza, ritenendo veritieri i contenuti del video, nel quale Strache prometteva anche alcuni appalti austriaci a uomini russi, durante la sua campagna elettorale del 2017.

A comunicarlo lo stesso Strache: “Ho presentato le mie dimissioni come vicecancelliere dell’Austria al cancelliere Kurz, il quale le ha accettate”, durante una conferenza stampa in tv nella quale è apparso molto scosso. L’ex vicecancelliere ha dichiarato che si ritiene vittima di un attacco politico “messo in atto in segreto”. Strache ha comunicato che lascia anche la segreteria del partito Fpoe, uno degli alleati della Lega di Salvini, che proprio oggi doveva presenziare a Milano, alla manifestazione dei sovranisti europei.

 

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img