L’Onu lancia un monito all’Italia: “Il decreto sicurezza bis viola i diritti umani”

onu lettera decreto sicurezza bis

Un appello dell’Onu, partito dall’Alto Commissariato per i Diritti umani, con una lettera inviata all’Italia sulla questione del Decreto Sicurezza-bis, attualmente in approvazione nel Consiglio dei Ministri. L’Onu chiede chiarimenti sulla sicurezza delle frontiere e sull’immigrazione illegale.

Secondo quanto riferito dall’Onu, il Decreto Sicurezza-bis “potenzialmente è in grado di violare i diritti umani, incluse le vittime di guerra e di detenzione”, con la firma di Beatriz Balbin, a capo delle procedure speciali. La lettera è stata ricevuta dal Ministero degli Esteri a Roma.

Pronta la risposta del Ministro degli Esteri, Moavero Milanesi, che conferma la ricezione della lettera. La Farnesina precisa che la lettera chiede chiarimenti “in merito a due recenti direttive del Ministero dell’Interno in materia di sicurezza delle frontiere e di immigrazione illegale”. In risposta dalla Farnesina fanno sapere che la lettera riceverà la dovuta attenzione da parte del Governo, “col tradizionale rispetto degli impegni internazionali”.