Assange, la Svezia chiede l’arresto per stupro

ACQUISTI

Un nuovo problema per Julian Assange, già in carcere a Londra dopo aver perso la protezione dell’ambasciata dell’Ecuador, che si vede riaprire il caso in Svezia, legato ad un presunto stupro da lui commesso nel 2012.

L’inchiesta per lo stupro in Svezia era stata riaperta qualche settimana fa, dopo che le autorità svedesi avevano ricevuto notizia dell’arresto in Gran Bretagna del fondatore di WikiLeaks. “Ho chiesto l’arresto di Julian Assange, sospettato di stupro. Se il giudice decide di firmarlo sarà emanato un mandato di arresto europeo”, queste le parole del procuratore svedese Eva-Marie Persson.

Il caso era stato chiuso vista l’impossibilità di promuovere la causa e non per mancanza di prove, visto che i giudici svedesi avevano ritenuto credibili le accuse. Ora Assange è “conteso” dagli Stati Uniti, che ne vorrebbero l’estradizione per la vicenda WikiLeaks e la Svezia, per la violenza sessuale di due ragazze durante un convegno a Stoccolma.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img