Monterotondo, la 19enne che ha ucciso il padre: “Tutti lo sapevano, ma non lo denunciavano”

ACQUISTI

La vicenda che ha visto Deborah Sciacquatori, di 19 anni, uccidere il padre con un colpo alla testa, ha avuto un grosso impatto mediatico. Come ricostruito dagli inquirenti, la morte sarebbe stata causata da un pugno, non da una coltellato come inizialmente si ipotizzava.

Per la ragazza ci sono ipotesi di legittima difesa, come hanno fatto sapere alcune fonti vicine agli inquirenti, visto che l’uomo, Lorenzo Sciacquatori, di 41 anni, era considerato da molti violento e l’ultima lite gli sarebbe stata fatale.

Molte persone che conoscevano la famiglia hanno dichiarato che erano a conoscenza delle liti e della violenza dell’uomo: “Tutti lo sapevano, possibile che la figlia non abbia detto mai niente?”, questo si chiedono i residenti della zona. La figlia era una studentessa modello del liceo artistico, nel tempo libero praticava la boxe e più volte ha lavorato nel bar della bocciofila.

Gli inquirenti stanno ancora indagando sulla dinamica dell’omicidio, sembra che l’uomo fosse tornato a casa ubriaco e per questo la madre e la figlia non avevano aperto la porta. Lorenzo Sciacquatori è riuscito comunque ad entrare, prendendo a calci la porta, per poi fiondarsi sulla compagna. La lite è proseguita in strada, dove la figlia lo ha colpito all’orecchio, causandone la morte. Al momento è sotto shock ed agli arresti domiciliari, ripetendo che “non voleva fargli del male”.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img