Mirandola, incendio doloso nella sede della Polizia Municipale: due morti

Da leggere

Arrivano gli emendamenti alla manovra. Italia Viva: “Togliere Quota 100”

Da oggi è possibile presentare gli emendamenti sulla Legge di Bilancio, con alcune forze politiche che hanno...

Governo al lavoro per abbassare la sugar tax e quella sulle auto aziendali

Il premier Giuseppe Conte non ci sta a passare per il presidente del Consiglio di un governo...

Cessato l’allarme per l’Arno

Dopo la giornata di ieri, con la preoccupazione per i livelli dell'Arno, oggi alle 4 del mattino...
Redazione
Piero Mangoni - Direttore responsabile - Via Gramigna 3, 44122 – Ferrara – tel. 393 22 80 455

Un incendio doloso nella sede della Polizia Municipale a Mirandola, in provincia di Modena, ha causato due vittime nella notte tra lunedì e martedì. Le fiamme sono partite dalla sede e si sono sviluppate per tutto il palazzo, due persone sono morte e cinque sono rimaste ferite gravemente e intossicate.

Secondo quanto riportato dai carabinieri, il responsabile sarebbe già stato arrestato, un giovane straniero proveniente dal Marocco. Ancora non sono note le motivazioni per l’incendio, anche se non si esclude la pista della vendetta per alcuni provvedimenti che la Polizia Municipale potrebbe aver preso nei suoi confronti.

Il ragazzo avrebbe forzato l’ingresso ed una volta introdotto nello stabile avrebbe appiccato il fuoco. L’incendio è stato provocato intorno alle 2 e le fiamme hanno coinvolto l’appartamento adiacente, causando le due vittime. Ora gli inquirenti continueranno le indagini per scoprire le motivazioni che hanno portato il giovane ad effettuare questo gesto.

SEGUICI SUI SOCIAL

1,639FansLike
1,674FollowersFollow
305FollowersFollow

Ultime notizie

Arrivano gli emendamenti alla manovra. Italia Viva: “Togliere Quota 100”

Da oggi è possibile presentare gli emendamenti sulla Legge di Bilancio, con alcune forze politiche che hanno...

Governo al lavoro per abbassare la sugar tax e quella sulle auto aziendali

Il premier Giuseppe Conte non ci sta a passare per il presidente del Consiglio di un governo tutto “tasse, sbarchi e manette”,...

Cessato l’allarme per l’Arno

Dopo la giornata di ieri, con la preoccupazione per i livelli dell'Arno, oggi alle 4 del mattino sono stati rilevati dei miglioramenti...

Ilva, le aziende in credito minacciano il blocco delle portinerie

Non solo il problema legale con ArcelorMittal, ora il Governo deve fronteggiare anche le aziende che vantano un credito con l'ex Ilva,...

Calabria, traffico illecito di beni archeologici: oltre 100 arresti

Oltre 100 arresti e misure cautelari in Calabria per un traffico illecito di beni archeologici, ricavati da scavi clandestini da alcuni gruppi...

Altri articoli