Monterotondo, Deborah torna libera

Da leggere

Arrivano gli emendamenti alla manovra. Italia Viva: “Togliere Quota 100”

Da oggi è possibile presentare gli emendamenti sulla Legge di Bilancio, con alcune forze politiche che hanno...

Governo al lavoro per abbassare la sugar tax e quella sulle auto aziendali

Il premier Giuseppe Conte non ci sta a passare per il presidente del Consiglio di un governo...

Cessato l’allarme per l’Arno

Dopo la giornata di ieri, con la preoccupazione per i livelli dell'Arno, oggi alle 4 del mattino...
Redazione
Piero Mangoni - Direttore responsabile - Via Gramigna 3, 44122 – Ferrara – tel. 393 22 80 455

È tornata libera la giovane Deborah, arrestata per l’omicidio del padre nella giornata di ieri e che ora è stata liberata dopo alcune ore in custodia cautelare.

“Scusa papà non volevo ucciderti”, queste le parole della 19enne di Monterotondo, vicino Roma, che ha ucciso il padre con un pugno all’orecchio dopo una lite famigliare, che era degenerata in strada, con l’uomo di 41 anni che era conosciuto per essere un violento.

A parlare è stato il procuratore che gestisce l’indagine, il quale ha riconosciuto la legittima difesa della ragazza, con i ripetuti episodi di violenza che la famiglia subiva dall’uomo. “Papà è tornato ubriaco, se la prendeva con mamma”, avrebbe dichiarato agli agenti che l’avevano interrogata nella giornata di ieri, dopo che era stata posta agli arresti domiciliari.

“Non volevo ucciderlo”, queste le parole ripetute da Deborah agli investigatori, che hanno ricostruito la dinamica dell’omicidio, avvenuto per strada dopo che l’uomo si era introdotto con la forza nell’abitazione dove c’erano la figlia, la madre e la nonna. Gli inquirenti hanno ipotizzato la legittima difesa della ragazza già nelle ore successive all’arresto.

SEGUICI SUI SOCIAL

1,639FansLike
1,674FollowersFollow
305FollowersFollow

Ultime notizie

Arrivano gli emendamenti alla manovra. Italia Viva: “Togliere Quota 100”

Da oggi è possibile presentare gli emendamenti sulla Legge di Bilancio, con alcune forze politiche che hanno...

Governo al lavoro per abbassare la sugar tax e quella sulle auto aziendali

Il premier Giuseppe Conte non ci sta a passare per il presidente del Consiglio di un governo tutto “tasse, sbarchi e manette”,...

Cessato l’allarme per l’Arno

Dopo la giornata di ieri, con la preoccupazione per i livelli dell'Arno, oggi alle 4 del mattino sono stati rilevati dei miglioramenti...

Ilva, le aziende in credito minacciano il blocco delle portinerie

Non solo il problema legale con ArcelorMittal, ora il Governo deve fronteggiare anche le aziende che vantano un credito con l'ex Ilva,...

Calabria, traffico illecito di beni archeologici: oltre 100 arresti

Oltre 100 arresti e misure cautelari in Calabria per un traffico illecito di beni archeologici, ricavati da scavi clandestini da alcuni gruppi...

Altri articoli