Giorgetti: “Non accuso nessuno ma difficile andare avanti”. Conte al Quirinale

giorgetti conte governo

Oggi si doveva tenere un nuovo Consiglio dei Ministri, per l’approvazione finale del decreto Sicurezza-bis e del decreto Famiglia, ma è saltato per delle “incombenze tecniche”. Giorgetti lancia un’accusa velata, senza fare nomi, in cui afferma che un esecutivo ha senso se fa le cose.

“La mia riflessione a voce alta, è se c’è il governo del cambiamento, deve affermare il cambiamento, non rimanere in stallo e non fare le cose”, queste le parole del sottosegretario leghista, che ha precisato di non accusare Conte, dopo le discussioni dei giorni scorsi, ma solo la situazione, per lui insostenibile.

“Dico solo che così non si può andare avanti, si può andare avanti se dopo la campagna elettorale si torna a lavorare”, ha dichiarato nel suo incontro con la stampa estera.

Nelle stesse ore il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha pranzato al Quirinale con Sergio Mattarella, per fare il punto sui due decreti in via di approvazione, con il Colle, si fa notare, che mantiene le sue perplessità sul dl Sicurezza-bis, anche dopo le modifiche.