Cina, arriva il prototipo di treno a 600 km/h con levitazione magnetica

cina treno levitazione magnetica 600 chilometri orari

Un altro passo in avanti nel progresso riguardante i treni ad alta velocità, che vede la Cina leader del settore (insieme al Giappone), con già in passato record di velocità infranti con mezzi e tecnologie che ancora non sono arrivate negli altri continenti.

In questo caso si parla di treni che potrebbero raggiungere velocità di 600km/h, utilizzando dei magneti per “sollevarsi” dai binari, eliminando così l’attrito ed avendo la possibilità di sfruttare a pieno la potenza dei motori. Secondo alcune fonti cinesi potrebbe iniziare la produzione nel 2021, per ridurre di molto i tempi di percorrenza tra Pechino e Shanghai.

A presentare il prototipo è stata la China Railway Rolling Stock Corporation, che si occupa da anni in ricerca sui treni ad alta velocità. Il viaggio privo di attrito è la chiave per aumentare di molto la velocità, considerando che l’attrito è una forza che rallenta il treno e fa “sprecare” l’energia dei motori. La produzione del treno dovrebbe iniziare nel 2021, dopo un periodo di prova, per migliorare i record attuali di velocità, attualmente fermi a 431 km/h, sempre realizzati con treni a levitazione magnetica.

L’obiettivo è quello di collegare Pechino e Shanghai in tre ore e mezza, un record, considerando che in aereo ci vogliono 4 ore e mezza (compresa la preparazione del viaggio) e che le linee ferroviarie attuali ci mettono 5 ore e mezza. Già in Giappone, nel 2015, in un test privato è stato provato un mezzo a levitazione magnetica che raggiunse i 600 km/h.