Al via le celebrazioni per il D-Day a Portsmouth con i leader mondiali e la regina Elisabetta

d day normandia trump regina elisabetta macron

Sono iniziate le celebrazioni dei 75 anni del D-Day, per lo sbarco in Normandia degli Alleati, con la presenza dei maggiori leader mondiali, da Trump a Macron, con il premier del Canada, Justin Trudeau, e la cancelliera Merkel.

I leader ed i veterani delle guerra sono stati accolti dalla regina Elisabetta e da Theresa May, con molte testimonianze su un attacco storico per la fine della Seconda guerra mondiale. I veterani che hanno partecipato anche ad un esercizio di paracadutismo hanno almeno 90 anni.

Lo sbarco in Normandia fu l’attacco anfibio più impetuoso della storia, con oltre 4mila soldati che morirono in un solo giorno. La regina Elisabetta ha ricordato chi ha combattuto per la libertà: “Quella generazione, la mia generazione, è resistente. Il loro eroismo non sarà dimenticato, molti di quei soldati non tornarono a casa”.

Dopo la cerimonia la Regina ed il principe Carlo si sono intrattenuti con alcuni veterani, chiaccherando ed ascoltando le testimonianze. C’è stato anche un breve incontro, di 20 minuti, tra la cancelliera Merkel ed il Presidente Trump, con i contenuti che non sono stati rilevati. È probabile che si sia toccato l’argomento dazi, che stanno penalizzando l’esportazione tedesca negli Stati Uniti. Questo è l’ultimo giorno della visita di Stato di Trump nel Regno Unito, arrivato tre giorni fa a Londra.