Mali, cento persone uccise da un attacco in un villaggio

mali attacco villaggio 100 morti

Oltre cento persone sono state uccise nel villaggio di Sobane-Kou, nel centro del Mali, dopo un attacco che sembra avere una base etnica e non terroristica. Le uccisioni sono state portate avanti da uomini armati nella notte di domenica.

“Al momento ci sono 95 persone morte, stiamo continuando a cercare corpi”, a riferirlo un dipendente de comune di Koundou, un villaggio da 300 abitanti, che è stato “raso al suolo”, secondo alcune testimonianze locali. Molte persone della sicurezza confermano i numeri usciti, vicini al centinaio di vittime.

Sembra essere in atto una guerra tra etnie, con gli oltre 160 morti dello scorso marzo, quando furono attaccate persone di etnia Fulani, nella zona centrale di Mopti. In quel caso la polizia locale ha parlato di un attacco da parte dei clan dell’etnia Dogon, in una faida che va avanti da gennaio e che ha causato centinaia di vittime.