Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Sicurezza bis

consiglio ministri approva decreto sicurezza bis

Durante il Consiglio dei ministri che si è tenuto nel pomeriggio è stato approvato il decreto Sicurezza bis, dopo alcune settimane di discussioni a riguardo, con modifiche e richiami anche dell’Onu sul tema dell’immigrazione. Il provvedimento era stato richiesto dal ministro Salvini, con l’annuncio che è stato dato durante la conferenza stampa dal presidente Conte.

“Sul decreto Sicurezza bis ci sono state delle deroghe, delle modifiche e poi eravamo a ridosso delle elezioni europee, così avevo chiesto un rinvio a Salvini, in quanto convocare un Consiglio dei ministri a due giorni dalle elezioni non mi sembrava opportuno”, ha dichiarato il premier Conte alla stampa.

Per Salvini è un passo in avanti sul tema della sicurezza, con una lotta più serrata all’immigrazione clandestina. Il decreto prevede, infatti, la confisca delle navi che trasportano più di 100 migranti o che sono recidive, oltre ad una multa da 10 a 50 mila euro per il comandante, armatore e proprietario. Inoltre viene instaurata una norma che consentirà l’utilizzo di agenti in borghese e l’utilizzo delle intercettazioni.

“Siamo tranquilli che il decreto rispetti tutte le norme vigenti in Italia ed all’estero”, ha dichiarato Salvini. Giorgetti, sottosegretario con delega allo sport, ha affermato che nel decreto sono presenti norme sugli stadi, da rendere attive prima dell’inizio dei campionati.