Puglia, il governatore Emiliano indagato per abuso di ufficio

ACQUISTI

Guai giudiziari per il governatore della Puglia, Michele Emiliano, che sarebbe stato indagato per abuso d’ufficio, in violazione della legge Severino, per una nomina come consigliere della società “InnovaPuglia” dell’ex sindaco di Bisceglie, Francesco Spina.

La società “InnovaPuglia” è pubblica e finalizzata al rilancio della Regione, ma la nomina di Spina ha interessato la Procura, la quale ha già notificato al governatore una proroga delle indagini. Insieme ad Emiliano sarebbero indagati Spina ed un dirigente della Regione Puglia, Nicola Lopane.

Francesco Spina, in quanto sindaco di Bisceglie fino al 2017, non avrebbe potuto essere nominato prima di due anni come prevede la legge Severino, mentre invece la giunta regionale ha approvato il suo incarico ad InnovaPuglia a fine luglio 2017.

L’ex sindaco è stato indagato anche per falso in atti pubblici, perché avrebbe firmato un’autocertificazione nella quale sosteneva di non essere in conflitto d’interessi. Secondo la legge Severino non è possibile per chi ha fatto parte di giunte in Comuni con più di 15mila abitanti ricevere incarichi pubblici entro due anni dalla fine del mandato.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 24 ottobre: oltre 3 mila casi positivi. Altri 24 morti

I dati di oggi 24 ottobre sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img