Usa, Trump rivela per sbaglio gli accordi con il Messico sui migranti

trump svela accordo messico

Il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha rivelato, per sbaglio, alcuni dettagli sull’accordo con il Messico, sventolando il foglio dell’accordo davanti ai giornalisti, che con un minimo di analisi sono riusciti a leggere alcuni punti.

Il Messico era stato minacciato di dazi al 5% se non avesse messo un freno ai flussi migratori verso gli Stati Uniti, con l’accordo tra le due parti che era stato raggiunto nei giorni scorsi, quando Trump era ancora in viaggio a Londra.

Trump stava avendo una conferenza stampa alla Casa Bianca con i giornalisti, non volendo spiegare ora il piano messo a punto con il Messico, sostenendo che sarebbe stato illustrato “a tempo debito”. Ma il foglio con i dettagli che aveva in mano ha rivelato alcuni dettagli dell’accordo.

Tra i dettagli scoperti ci sarebbe una clausola di 45 giorni imposta al Messico, per la quale se non dovessero diminuire i flussi migratori, il governo messicano si impegna ad inasprire le leggi contro l’emigrazione. Inoltre sarebbe presente un piano di asilo regionale, oltre che alla promessa di far rispettare le leggi messicane, come il congelamento dei conti dei trafficanti di esseri umani. A giudicare l’operato nei 45 giorni sarà Washington, che potrà chiedere al Messico l’attuazione del piano e delle nuove leggi se non fosse soddisfatta dell’operato del governo messicano nel contrasto alla migrazione.