Approvato emendamento per salvare Radio Radicale. La Lega vota col PD

radio radicale emendamento pd finanziamento

È stato approvato l’emendamento PD, riformulato con delle modifiche della Lega, al decreto Crescita per salvare Radio Radicale, con la maggioranza che si è spaccata in Commissione. Ci sono stati malumori anche per la questione Rai, con l’accordo Lega-M5S in Vigilanza che è salvato sul doppio incarico di Marcello Foa.

Passato alla Commissione Bilancio della Camera l’emendamento a firma Sensi e Giachetti per dare 3 milioni di euro nel 2019 a Radio Radicale, salvandola così dalla chiusura. Hanno votato a favore tutti i partiti, tranne il Movimento 5 Stelle che ha votato compatto per il “no”. Questo emendamento ha come obiettivo la conversione digitale ed il mantenimento degli archivi di Radio Radicale.

Caos Vigilanza Rai

Più caotica la vicenda legata a Foa in Vigilanza Rai, con il Movimento 5 Stelle che ha iniziato a discutere fuori dall’aula, dopo che i vertici avevano deciso di votare con la Lega, ma a seduta in corso hanno cambiato idea. Il gruppo del M5S è rimasto fuori, causando la sospensione della seduta per 20 minuti a causa della mancanza del numero legale.

A quel punto sono poi entrati in Aula, dicendo che avrebbero votato l’emendamento della Lega, ma dopo poco c’è stato nuovamente un cambio di linea e sono nuovamente usciti. La seduta è stata quindi sospesa, creando vari scontri tra maggioranza ed opposizioni.