Tria: “Nessuna manovra correttiva, non sono contrario alla flat tax”

tria manovra correttiva flat tax

Il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, in Lussemburgo, ha rilasciato delle dichiarazioni sulla necessità di una manovra correttiva, oltre che sulla salute del governo e sulla flat tax. Il ministro ha smentito anche i dissapori con il vicepremier Salvini, di cui era uscita la notizia ieri, dopo il vertice di governo, che Salvini avrebbe abbandonato dopo la richiesta di coperture sulla flat tax.

“È una notizia chiaramente falsa che io abbia litigato durante il vertice di governo o che Salvini abbia abbandonato arrabbiato la riunione”, questa la spiegazione di Tria sulla vicenda, a cui si è aggiunto anche un comunicato del Mef: “Mi chiedo da dove provengano queste notizie prive di fondamento. Cui prodest?”.

Sul tema flat tax, il ministro Tria si è detto favorevole: “Lo ero anche in passato, bisogna vedere come si fa, quando si fa, al momento ci sono degli obiettivi di deficit, c’è già un deficit”, ha spiegato ai cronisti.

“Nessuna manovra correttiva, stiamo facendo un negoziato nel quale dimostreremo di riuscire a stare dentro i limiti imposti”, ha detto Tria in merito all’ipotesi di procedura di infrazione per debito eccessivo. “Se ne avessimo bisogno le faremmo, ma al momento contiamo di arrivare agli obiettivi prefissati in maniera naturale”, ha concluso il ministro.