Usa, la polizia uccide un afroamericano con 20 colpi di pistola: guerriglia a Memphis

memphis polizia afroamericano ucciso guerriglia

Una notte di guerriglia urbana a Memphis, dopo che la polizia ha sparato 20 colpi di pistola verso un afroamericano, uccidendolo e scatenando la rivolta degli abitanti afroamericani della zona. Le manifestazioni erano iniziate in maniera pacifica, ma poi sono scaturite in guerriglia, con un bilancio di 24 agenti feriti e tre persone arrestate.

Stando a quanto riportato dai testimoni, il 20enne Brandon Webber, su cui pendevano diversi mandati di cattura, sarebbe stato ucciso quando ha tentato di fuggire dalla polizia, con 20 colpi di pistola che gli sono stati sparati per fermarlo.

Un’altra storia di violenza tra polizia ed afroamericani negli Stati Uniti, in quello che è un problema da anni, nonostante in questo caso il ragazzo avesse dei mandati di cattura a suo carico, ma le manifestazione che ne sono generate sono anche conseguenza di condotte precedenti della polizia, in molti stati americani. Non c’è ancora stato un commento ufficiale di Donald Trump sulla vicenda, che al momento sembra tornata in una situazione di normalità.