Cucchi, i periti: “Senza frattura alla vertebra forse non sarebbe morto”

cucchi morte frattura vertebra

Emergono nuovi dettagli sul caso Cucchi, dopo che il gip ha richiesto una perizia medica sulla morte di Stefano Cucchi. Secondo quanto riportato dai periti, se non avesse subito una frattura ad una vertebra, forse non sarebbe morto.

“Senza la frattura presumibilmente Cucchi non sarebbe stato ospedalizzato, con conseguente stimolo della diuresi, cosa che non è avvenuta da quando è stato immobilizzato a letto”, hanno dichiarato i periti nomitati dal gip.

Rimangono ipotesi, non essendoci nemmeno la possibilità di fare altre rilievi sul corpo, ma i periti hanno spiegato nel dettaglio come secondo loro sarebbero potute andare le cose.

Nel processo Cucchi sono imputati otto carabinieri, tre dei quali hanno delle accuse per omicidio preterintezionale. Per i periti l’ipotesi migliore è quella della morte “improvvisa ed inaspettata”. “C’è un vuoto tra la notte del 21 ottobre ed il giorno seguente – ha spiegato un perito – nell’arco di quelle ore non sappiamo cosa accadde”.