Procedura Ue, Di Maio: “Saremo responsabili ma non fessi”

di maio procedura infrazione

Il ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, è entrato nella disputa sulla procedura di infrazione, con le parole di oggi del commissario europeo Moscovici, che ha dichiarato che il suo lavoro va avanti. Il leader del M5S ha detto che il governo sarà responsabile, ma non sarà “fesso”.

“Se qualcuno vuole tagliare i servizi fondamentali all’Italia, troverà l’opposizione del governo”, queste le parole di Di Maio, che si dice disponibile ad una discussione con l’Unione Europea, ma senza tagli ai servizi fondamentali, come welfare, scuola e sanità.

Inoltre il vicepremier ha aggiunto che uno degli obiettivi di governo è quello di abbassare le tasse, con chiaro riferimento alla flat tax, visto che anche il ministro Tria nei giorni scorsi si era detto non contrario, ma ponendo solo il dubbio sulle coperture. Ora è attesa anche una posizione di Giuseppe Conte, con il ministro Tria che si trova ancora con l’Eurogruppo, nel pieno delle consultazioni.