Minibot, il ministro Tria contro Salvini: “Non servono”

Il ministro Tria ha definito i minibot "illegali", definizione che ha fatto infuriare Claudio Borghi

ACQUISTI

Arrivano le risposte nette del ministro Tria a Matteo Salvini sulla questione legata ai minibot, sostenuti dal vicepremier per “creare uno strumento per pagare i debiti dello Stato”. Tria li considera illegali, come peraltro anche il presidente della Bce, Mario Draghi, che nelle scorse settimane era stato altrettanto chiaro: “O sono debito, quindi vanno ad aumentare lo stock del debito pubblico, oppure sono moneta, e quindi illegali”.

“Noi non abbiamo bisogno di minibot, per un semplice motivo: il debito con la PA si è ridotto e siamo in grado di pagare tramite euro i nostri debitori”, queste le parole del ministro dell’Economia, durante la sua visita a Londra.

Il promotore dei mini-bot, Claudio Borghi, ha risposto al ministro Tria: “Se li considera illegali non li ha capiti. Non sono illegali perché nessuno è obbligato ad accettarli – ha spiegato l’esponente leghista – ci vuole molta pazienza, quando faremo una riunione gli spiegheremo perché non ha ragione”.

Domani mattina ci sarà il vertice di governo per decidere cosa inserire nella lettera da inviare all’Unione Europea sul rientro dei conti pubblici per il 2019 e 2020. In questa occasione il premier Conte condividerà i contenuti della lettera con i vicepremier Salvini e Di Maio, che nei giorni scorsi avevano lanciato polemiche sui contenuti.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Black Friday, super sconto per abbonamento 12 mesi del PlayStation Plus

In super sconto l'abbonamento del PlayStation Plus per la settimana del Black Friday, con un prezzo fissato a 39,99...
spot_img