Tria: “Rispettiamo i limiti, ottimista per la procedura di infrazione”

Il ministro Tria ha spiegato come intende evitare la procedura di infrazione

ACQUISTI

Il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, ha parlato della situazione dei conti pubblici e della procedura di infrazione da parte dell’Europa, sostenendo che l’Italia è dentro i limiti e per questo è ottimista sulle decisioni della Commissione.

“Dal nostro parere l’Italia rispetta i vincoli di bilancio dell’Europa e per questo motivo sono ottimista sulla negoziazione sulla procedura di infrazione”, queste le parole del ministro, durante un intervento al Seminario di Economia Internazionale a Villa Mondragone.

Nessun ostacolo, dunque, alla risoluzione della procedura di infrazione, almeno per l’anno 2019, con l’obiettivo che resta il deficit al 2,1%: “Essendo un’economia con poca crescita, questo target di deficit è più che prudente e stiamo andando verso questa cifra“, ha spiegato Tria.

In futuro c’è il piano per abbassare il debito, mantenendo dei livelli di deficit costanti ma senza andare ad aumentare le tasse, intervenendo sulla spesa corrente. “Stiamo lavorando su questi obiettivi per la prossima legge di bilancio – ha aggiunto Tria – per il taglio delle tasse chiesto da Salvini ci stiamo lavorando. L’aumento Iva fa già parte della prossima legge di bilancio, lavoriamo per evitarlo”.

SEZIONI

Ultime notizie

Coronavirus, Boris Johnson: “Variante inglese più mortale”

Il premier britannico Boris Johnson ha comunicato gli ultimi esami sulla variante inglese, durante il suo aggiornamento giornaliero sul...