Termoli, stop reparto nascite per mancanza personale

Bisognerà andare all'ospedale di Vasto, in Abruzzo, per partorire

ACQUISTI

A causa della mancanza di personale è stato chiuso il punto nascite dell’ospedale di Termoli, con la firma del Commissario della Sanità per il Molise, Angelo Giustini, che ha firmato la delibera. Il sindaco Francesco Roberti aveva indetto una riunione straordinaria, con la partecipazione del Commissario, 30 amministratori locali e alcuni primari.

Il 30 giugno verranno ospitate le ultime donne in gravidanza, mentre dal 7 luglio ci sarà posto solo per i neonati, con le pazienti che dovranno decidere a quale altro ospedale rivolgersi. Questo blocco è stato causato dalla mancanza di personale, con pensionamenti e blocco del turn over, che ha ridotto il numero di medici a disposizione.

Il reparto di Pediatria rimane aperto, oltre anche alla divisione di Ginecologia e l’ambulatorio. L’altro ospedale a cui dovranno rivolgersi le pazienti è Vasto, in provincia di Chieti, in Abruzzo, a circa 30 chilometri da Termoli.

Il sindaco Roberti ha lanciato l’allarme: “È ora di portare la questione a Roma, dagli esponenti del governo, per cercare una soluzione”, ha spiegato ai cronisti. Inoltre 80 sindaci del basso Molise sono pronti alle dimissioni.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 5 maggio: oltre 10 mila casi positivi. Salgono i tamponi

I dati di oggi 5 maggio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img