Bufera procure, il pg della Cassazione Fuzio parlò con Palamara dell’indagine

Palamara fu avvertito delle carte su di lui a Perugia

luca palamara intercettazioni csm

Si evolve il caso legato allo scandalo del Csm, con al centro la figura di Luca Palamara, ex presidente Anm indagato per corruzione. Ora emergono nuove intercettazioni, nelle quali il procuratore generale della Cassazione, Riccardo Fuzio, parlò con Luca Palamara dei procedimenti a suo carico nell’inchiesta a Perugia.

“Ci sono le cose con Adele… oltre al viaggo a Dubai”, questa una parte dell’intercettazione pubblicata dall’Espresso, nella quale si fa riferimento ad un’amica di Palamara, Adele Attisanti, a cui Fabrizio Centofanti avrebbe comprato anelli ed alcuni viaggi.

I due magistrati hanno parlato anche delle nomine alla procura di Roma, per la successione di Pignatone: “Il problema è lavorare sui numeri”, aveva detto Fuzio durante un’intercettazione. In particolare Fuzio aveva avvertito Palamara dell’arrivo delle carte della Guardia di Finanza al Csm, dell’informativa che mostrava i pagamenti effettuati dall’imprenditore Centofanti a favore di Palamara.