Il Governo corregge i conti: “Ora procedura non giustificata”. Tagliati 7,6 miliardi

Il ministro Tria ha trovato i miliardi necessari per ridurre il deficit al 2,04%

Da leggere

Autonomia, Zaia si appella a Mattarella

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, si è appellato al capo dello Stato, Sergio Mattarella, per la...

Siracusa, auto contro pilone: due morti

Due persone sono morte a causa di un incidente sul lungomare Vittorini, nel centro di Ortigia, in...

Rigopiano, indagati tre carabinieri per depistaggio

Tre carabinieri sono stati indagati per depistaggio nell'indagine di Rigopiano, che è portata avanti dai Pm di...
Redazione
Piero Mangoni - Direttore responsabile - Via Gramigna 3, 44122 – Ferrara – tel. 393 22 80 455

Il governo sembra aver trovato la quadra sui conti pubblici, per evitare la procedura di infrazione, dopo la trattativa portata avanti dal ministro Tria e dal premier Conte con i vertici europei. Con il Consiglio dei ministri di ieri, dove né Salvini né Di Maio erano presenti, si è approvato l’assestamento di bilancio, che rimette in linea il disavanzo con le richieste europee.

Secondo i numeri del ministro Tria, si avrà un aggiustamento di 0,3 punti percentuali, con un taglio dell’indebitamento netto di 7,6 miliardi. Innanzitutto si sono congelati subito 1,5 miliardi dal Reddito di cittadinanza e Quota 100, dopo che il governo si era reso conto di un minor numero di richieste rispetto alle stime. Per quest’anno l’obiettivo è mantenere il 2,04% di deficit della manovra di Bilancio approvata a dicembre.

Il governo da un lato corregge i conti per il 2019, cercando di evitare la procedura di infrazione, ma dall’altro non dà garanzie per la manovra 2020, come era richiesto dalla Commissione e come aveva chiesto il “falco” Oettinger nella giornata di ieri.

Tra le maggiori entrate stimate, grazie al successo della fatturazione elettronica ed a maggiori entrate dall’evasione, si mettono a bilancio circa 4 miliardi, a cui si aggiungono i 1,5 miliardi già citati ed altre entrate minori, per arrivare alla cifra cercata di 7 miliardi. Anche Mattarella aveva lanciato un appello per evitare l’apertura della procedura di infrazione, constatando il lavoro svolto dal governo sul disavanzo.

Loading...

SEGUICI SUI SOCIAL

1,687FansLike
1,701FollowersFollow
303FollowersFollow

Ultime notizie

Autonomia, Zaia si appella a Mattarella

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, si è appellato al capo dello Stato, Sergio Mattarella, per la...

Siracusa, auto contro pilone: due morti

Due persone sono morte a causa di un incidente sul lungomare Vittorini, nel centro di Ortigia, in provincia di Siracusa. Lo scontro...

Rigopiano, indagati tre carabinieri per depistaggio

Tre carabinieri sono stati indagati per depistaggio nell'indagine di Rigopiano, che è portata avanti dai Pm di Pescara, in merito alla tragedia...

Angela Merkel ha visitato Auschwitz

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha visitato il campo di sterminio di Auschwitz, per la prima volta da quando è alla guida...

Truffa in Calabria: 458 denunce per danni all’Inps

Sono state denunciate 458 persone per danni erariali all'Inps da parte dei Carabinieri di San Luca, con l'accusa di truffa. Le denunce...

Altri articoli