Sea Watch, oggi la decisione del gip su Carola Rackete

Oggi arriverà la decisione del giudice sulla convalida

ACQUISTI

Nel pomeriggio arriverà la decisione del gip, Alessandra Vella, che nella giornata di ieri ha condotto l’interrogatorio, durante il quale si sono ripercorse le fasi dell’entrata in porto della Sea Watch. “Credevo che la motovedetta della Guardia di Finanza si spostasse, non volevo colpirli”, ha dichiarato la comandante della nave.

Le accuse vanno dal divieto di entrare in porto, allo scontro con la motovedetta della Guardia di Finanza. Al momento dell’arresto la Guardia di Finanza le ha contestato il reato di rifiuto di obbedienza a nave militare, la resistenza o violenza verso nave militare e navigazione in zone vietate.

Per il Pm di Agrigento non c’era necessità di forzare: “Non c’era uno stato di necessità, poiché la Sea Watch aveva ricevuto nei giorni scorsi ogni tipologia di assistenza, restando in contatto con le autorità militari”, ha spiegato Luigi Patronaggio, il procuratore capo di Agrigento.

Si prospetta un divieto di dimora nella provincia di Agrigento, con riferimento ai porti di Lampedusa, Porto Empedocle e Licata. Il 9 luglio ci sarà un nuovo interrogatorio, quello per il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina che si doveva tenere sabato mattina ma che è stato rinviato per l’arresto in seguito alla forzatura del blocco di entrata nel porto.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Libri Scolastici 2022/2023 in offerta: la guida all’acquisto

Un nuovo anno scolastico è iniziato nelle classi degli studenti italiani, quello 2022/2023 che segna anche il ritorno alla...
spot_img